Letture Tarocchi Marsigliesi

I Tarocchi di Marsiglia rappresentano un insegamento sacro antico ed occulto che, non potendo essere trasmesso dalla dottrina ufficiale, è stato “codificato” nelle immagini che oggi tutti noi conosciamo.

Tutti i mazzi europei esistenti vedono risalire la loro origine proprio ai Tarocchi di Marsiglia, il cui esempio più rappresentativo è quello di Nicolas Conver (1760). Grazie al lavoro di noti maestri cartai come Camoin e Jodorowsky, e come il nostro italiano Carlo Bozzelli (Accademia dei Tarocchi), questi tarocchi sono stati restaurati, rivedendo la luce nel ventesimo secolo, e poi portati alla conoscenza del grande pubblico nel ventunesimo.

In questo “Libro” cifrato in cui passerebbe il messaggio del Vangelo Apocrifo più importante di tutti l’insegnamento crisitco, ritroviamo simboli e codici in grado di ricondurci sulla via di noi stessi, verso la realizzazione del nostro sè più profondo e transpersonale.

Con questo potente e amorevole strumento è possibile avviarsi sulla strada del ritorno all’Anima, ottenendo risposte che non vanno a prevedere avvenimenti futuri (questo aspetto della cartomanzia di una volta è profondamente messo in disccussione dai tarologi moderni), ma a far luce sul proprio presente, poichè è da esso che forgiamo, come viandanti in cammino su questo mondo, di ora in ora, il nostro destino, in cocreazione con le nostre guide invisibili.

Se ti senti attratto dall’indagare il momento che stai vivendo nel tuo presente attraverso l’aiuto di questi simboli antici, precisi e profondi, puoi prenotare la tua consulenza, della durata di circa un’ora, compilando il modulo sottostante:

Letture Registri Akashici

Che cos’è Akasha? Akasha è l’immenso spazio eterico, che non è fisico, non è temporale, ma è uno spazio di coscienza di natura divina che ciascuno di noi abita e da cui viene abitato. Akasha non prevede esistenza di un tempo lineare, ma solo di un hic et nunc in cui tutti i piani di vita passati, presenti e futuri si interconnettono. Nel punto dell’hic et nunc, nel presente, nella medesimezza, avviene il miracolo, la guarigione, la manifestazione di ogni possibilità, poichè in questo luogo non c’è materia, non c’è sostanza, ma solo possibilità in potenza.

Akasha si collega anche al quinto elemento e al ventunesimo arcano dei Tarocchi di Marsiglia, all’energia della Madre Cosmica (Maria Maddalena), di cui ho parlato qui.

Connettendosi con Akasha è quindi possibile approcciare ogni disagio fisico e/o esistenziale da una prospettiva di luce, compassione e amore, portare comprensione e sanare, accelerando il processo di risveglio e di realizzazione dei nostri scopi, anche quelli che ci appaiono impossibili. Akasha ci insegna che non esiste l’impossibile: quello che di più meraviglioso, incredibile, magico il tuo cuore può immaginare, è già, ad un certo livello, realtà. Cosa ti manca per manifestarlo? Fede, fiducia totale nell’Amore che è principio primo e sostanza che ci compone. Ciò che desideri con il cuore, ciò che di più vasto il tuo cuore desidera, è manifestato, ritrovando la connessione con la Madre universale che si fa canale, ponte, tra il regno invisibile e quello visibile.

Se senti che è giunto per te il momento di dare una spinta alla realizzazione dei desideri del cuore, di veder manifestato, qui sulla terra, il piano che la tua Anima ha scelto prima di incarnarsi, potresi trovare dalla lettura dei registri Akashici un enorme stimolo, una enorme motivazione, poichè Akasha ti connette con tutto ciò che sei stata/a, con tutto ciò che sarai, travalicando, dunque, i confini del tuo” io storico” e ponendoti a contatto con la tua essenza eterna che sta compiendo un disegno meraviglioso, viaggiando tra i mondi!

Akasha può fornire risposte su queste tematiche esemplificative:

Relazione Karmiche, Percorso Fiamme Gemelle, origine di attuali disagi fisici e/o psichici, indicazione circa la propria missione d’anima, cause più profonde che soggiaciono a conflitti o probelmatiche ricorrenti. Akasha fornisce inoltre supporto nella guarigione e comprensione di ferite (abbandono, rifiuto, umiliazione, tradimento, ingiustizia), e ristabilisce armonia e benessere laddove permangono sistuazioni stagnanti di sofferenza, confusione, indecisione, disagio.

Unisciti a me in questo straordinario percorso in modo che la magia possa tornare a scorrere nella tua Vita!

Prenotazione consulenza di lettura registri Akashici:

Non sei solo . Il cambiamento ti aspetta!

Credevamo che la fine del mondo sarebbe arrivata con un fenomeno catastrofico visibile e di vasta portata. Tra gli scenari apocalittici più gettonati: lo tzunami, il meteorite, il terremoto.

La fine è arrivata attraverso qualcosa di ancora più pericoloso e tossico: una pesante nube di paura e tristezza che incombe su tutti noi a livello planetario e che non lascia vie di fughe, dovunque ti giri, è lì che ti fissa e che ti fa sentire intrappolato dentro ad un profondo sonno collettivo. Le persone, per paura della malattia e della morte, si sono ammalate davvero e stanno morendo davvero, ma di altre morti e altre malattie: indifferenza, rabbia, odio, sfiducia, letargia, depressione, ansia, solitudine, perdita del senso del proprio scopo di vita, perdita dello spirito creativo, della speranza, della voglia di ridere e scherzare insieme agli altri.

La giocosità, la risata, la spensieratezza, elementi caratterizzanti il vivere sociale, sono il tesoro più prezioso che gli essere umani si scambiano. La parola di conforto, la parola di incoraggiamento, il sorriso sincero, il complimento genuino sono massicce dosi di benessere che ci piovono addosso durante il coinvolgimento affettivo con gli altri. Lo scambio profondo con i nostri conoscenti, vicini, amici, è il bisogno essenziale primario, ciò che ci fa sentire riconosciuti, apprezzati, amati e in questo momento, purtroppo ci è venuto a mancare, dimostrando quanto la società dei consumi ci abbia ridotto a meri involucri che hanno perso il contatto con la radice del piacere e dei bisogni autentici.

Una società in cui tutto questo è stato sostituito dalla rabbia, dalla diffidenza, dalla delusione è una società che dovrà pagare un prezzo molto alto. Soprattutto i più giovani stanno facendo esperienza di un trauma profondo che li priva di ciò che è sacra linfa vitale per il loro sviluppo armonico: il piacere che si prova nello stare con i propri coetanei per giorni e notti intere, a tempo perso, con la sola voglia di chiacchierare, ridere, perdendosi nel gusto della presenza dell’altro, facendo esperienza del contatto con corpi, sguardi, voci, pensieri, che riflettono frammenti di sé e che conducono a una visione del mondo orientata alla fiducia e all’unità.

Non è che se “le zone” cambiano colore, per magia, le persone torneranno allo stato precedente. Non è come schiacciare il tasto di un telecomando. Gli esseri umani si porteranno dentro le tracce di questa esperienza per molto tempo. In più gli individui hanno la capacità di adattarsi a qualsiasi situazione e ambiente, persino alle situazioni più ostili ed estreme. Nella società industrializzata che li ha privati del contatto con il mondo naturale, gli esseri umani hanno appreso a sentirsi separati e isolati gli uni dagli altri. Il contatto sociale non formale è per la maggioranza fonte di stress e disagio, il ritiro sociale, la condivisione e comunicazione mediata esclusivamente da telefonini e pc appare più rassicurante e priva di insidie. Così la letargia e l’isolamento sono diventati la nuova religione, la fobia sociale ora è legittimata dal rischio di contagio e l’appiattimento totale dei cervelli ne è la diretta conseguenza: le idee si alimentano infatti dello scambio energetico che avviene attraverso il contatto umano. Nuove idee significano progressione, evoluzione, sviluppo, mentre in un mondo dove creatività e idee non circolano più si perviene ad un ristagno. Le nostre idee sono come noi hanno bisogno di fare l’amore con le idee dell’altro per partorire altre idee e così dare un senso di progresso al mondo.

Tutto questo scenario causa:

-incremento dell’aggressività e del senso di frustrazione

-diminuzione del senso di tolleranza e comprensione verso il prossimo

-stanchezza cronica

-disturbi fisici cronici

-difficoltà a somatizzare e metabolizzare le esperienze

-maggior tensione sociale e propensione al conflitto

E’ sconcertante come nessun telegiornale e nessuna trasmissione televisiva abbiano MAI affrontato questo tematiche, come non abbiano MAI suggerito regimi nutrizionali per innalzare il proprio sistema immunitario. Come non si siano MAI preoccupati di approfondire il tema del disagio psicologico e sociale degli adolescenti e degli adulti che hanno perso il lavoro. Come non ci si soffermi MAI a raccontare da vicino quello che sta accadendo alle persone, all’aumento esponenziale dei tassi di suicidio, alla diffusione della depressione generalizzata, all’aumento esponenziale delle malattie autoimmuni, al decremento delle nascite, dei matrimoni, all’aumento del conflitto e della tensione tra gruppi sociali?

Dovremmo interrogare noi stessi su che tipo di risposta vogliamo dare a tutto questo.

Mentre il vecchio mondo muore, qualcuno dovrà cominciare a piantare i semi della nuova terra, lontano dai consumi, lontano dal mero commercio, nel ritorno ala connessione con il mondo del sacro e della natura. Quello che sta emergendo è un mondo costruito da nuove piccole comunità auto organizzate, un mondo in cui sia possibile vivere a seguito della disintegrazione della frequenza che vibra nella dimensione 3D, la dimensione dell’ego.

Uscire dalle maglie di Matrix diventa sempre più possibile mano a mano che essa rivela più prepotentemente il suo vero volto. Ma il lavoro dovrà essere compiuto prima di tutto dentro noi stessi, là dove l’ego ha cominciato a mostrarsi sempre più chiaramente, là dove Anima chiede di essere vista, assaporata e, finalmente, ascoltata.

Realizza i tuoi obiettivi!

I nostri obiettivi arrivano in un primo momento alla nostra mente nella forma di idee.

Le idee sono gli Dei che ci suggeriscono gli obiettivi che dobbiamo realizzare attraverso ispirazioni accompagnate da emozioni e immagini.

Il segreto per realizzare gli obiettivi è innanzitutto il coraggio di dire Sì.

Possono arrivarci alla mente idee anche molto strampalate, assurde, strane e questo perchè siamo connessi ad un campo in cui gravitano onde in forma di frequenze e informazioni.

Immagino queste idee che gravitano nell’etere come dei semi scintillanti che nuotano in un mare di vuoto potenziale cercando il canale giusto attraverso cui manifestarsi.

L’idea giusta per voi metterà radici nel vostro cuore fino a che potrà, attraverso di voi, attraverso il vostro impegno e la vostra dedizione, manifestarsi. E’ quell’idea che da un pò stai coccolando, stai accarazzando, a cui pensi di tanto in tanto e, quando ci pensi, ti viene da sorridere.

Attenzione: è molto frequente che, soprattutto le donne, rinuncino a queste idee nascondesi dietro al dito della donna santa sacrificata.

Per esempio potreste aver passato tutta la vita a vivere per realizzare gli obiettivi e le idee degli altri. Questi altri possono essere figli, compagni, datori di lavoro, ecc…Vi sembra di essere buone nel farlo, nel mettere al primo posto gli altri invece di voi stesse e invece no, non siete brave, siete solo condizionate e state incarnando l’archetipo tutto italiano della donna matire santa e sacrificata. Uscite, vi prego, di lì.

Non è un fatto di altruismo quello di mettere i desideri altrui prima dei vostri, non siete brave madri o compagne di vita se mettere al primo posto altre persone, state solamente procastinando la realizzazione di ciò che sapete è il vostro frutto speciale, vostro e solo vostro, senza più scuse. Nascondersi dietro al bene degli altri e prenderlo a giustificazione per non realizzare niente di proprio, significa che si ha paura di spiccare il volo, di assumersi la responsabilità della propria incarnazione, così ci si nasconde dietro alle mille incombenze quotidiane, lasciando che la vita vera, quella che pulsa nel centro dei nostri desideri, finisca per sfiorarci appena. Puntualizzerò meglio questo punto, persuadendo anche quelle di voi che al momento le stanno pensando tutte pur di non accettare questa semplice verità: le persone che amate hanno bisogno che voi siate realizzate per sentirsi libere da voi. Ma se la vostra realizzazione dipende da qualcun altro, avete idea della responsabilità che state dando a questo qualcuno e quanto, inconsciamente, lo state privando della opportunità di realizzarsi a sua volta, legandolo a voi? Quindi realizzatevi, fatelo per gli altri!

Se non avete cura dell’idea (del Dio o della Dea) che è venuta a farvi visita, innaffiando ogni giorno i suoi semi, questo Dio, questa Dea, finiranno per abbandonarvi e andare a fecondare qualcun altro. Questo è quello che accade quando vedete in giro una cosa e pensate <<Non ci credo! Anche io avevo pensato di realizzarla!>>. Non è che il tipo che l’ha realizzata prima di voi, ve l’ha rubata, perchè ne ha sentito parlare da un amico dell’amico di vostro fratello, è semplicemente che le idee sono di tutti e decidono di manifestarsi semplicemente attraverso chi ha più fede in loro.

Ci vuole molta Fede per manifestare un’idea poichè queste idee, se sono veri Dei, arrivano per una ragione e la ragione è sempre l’evoluzione dell’umanità, la progressiva crescita verso la comprensione della nostra natura divina. Queste idee saranno quindi rivoluzionarie perchè implicano un’idea di progresso e nessuno è cresciuto restando in una zona conosciuta. Nessuno ha cominciato a camminare sul seggiolone o a nuotare nella vasca da bagno.

Accettare la chiamata di un’idea e decidere di danzare con lei significa venire a patto con l’ignoto e con il vuoto nulla.

Sì proprio così con il vuoto nulla, poichè è lì, nella vacuità, che tutte le idee si originano ed è lì che fanno ritorno. Perciò, se stai pensando che la tua idea di realizzare case che si riscaldano con il compost, sia una figata pazzesca che fa di te un figo pazzesco, rilassati perchè l’idea non è tua, viene dal nulla e nel nulla fa ritorno e soprattutto deciderà di manifestarsi attraverso di te se dimostrerai di essere un bravo ballerino, di rispettare la tua idea, amarla e preservarla dalla stupidità del tuo ego. Altrimenti, di punto in bianco, quando sarai a un passo dal brevettare la tua creazione, ti imbatterai in un annuncio che vende case che si riscaldano con il compost. E’ un messaggio per te dall’Universo che ti dice, ti manderò presto un’altra buona idea, vediamo se questa volta saprai farne miglior uso.

Quando un’idea che pensavi di voler realizzare ti sfugge di mano è perchè ci hai creduto troppo poco o perchè ci hai creduto troppo. Danzare con le idee significa farle sentire leggere, inebriate per il solo fatto che le hai accolte e che le stai amando, loro, in cambio, ti condurranno a centrare l’obiettivo come se fossi su un magico nastro trasportatore cosmico. Non dare troppe responsabilità alle idee che attraversano in soffi ispirati la tua mente. Non chiedere loro di pagarti le bollette, di pagarti l’affitto e le rate dell’auto. Invitale semplicemente nel tuo mondo e fai l’amore con loro per il tempo necessario, fai in modo che fioriscano tra le tue mani, sii gentile e delicato. Loro ti ricompenseranno nel modo che sceglieranno per te. Il modo più giusto per te e non quello che il tuo piccolo io vorrebbe.

In questo stato di cocreazione diventi un mago, diventi una maga. Le porte delle opportunità si apriranno per te, riceverai la telefonata giusta al momento giusto, incontrarei il giusto collaboratore e ti troverai tra le mani tutte le informazioni che necessiti. Per forza è così, perchè l’Universo è con te. Ma devi accettare la sua chiamata, non avere paura di lanciarti sulle montagne russe, lanciarti nell’ignoto. Svegliati grato ogni giorno perchè ogni giorno inizi un nuovo viaggio in un luogo di cui non possiedi le coordinate, ma è lì, proprio lì, che abita il tuo Spirito guida che ti chiede di venire a danzare nel mondo insieme a te.

Con Amore e Gratitudine

Irene Adi Rahimo Conti