Il quinto elemento: la dimora del pensiero

Nell’esplorazione dei centri energetici del proprio corpo (chakra), il meditatore, procedendo dal basso verso l’alto, incontra i vari elementi primordiali collegati a ciascuno di questi centri energetici. La terra per il primo chackra, l’acqua per il secondo, il fuoco per il terzo, l’aria per il quarto. A questo punto si abbandona la realtà del regno tangibile per entrare nelle dimensioni superiori degli ultimi tre chakra più alti, in corrispondenza di gola, terzo occhio e sommità del capo.

Gli elementi che conosciamo e di cui possiamo fare esperienza nella vita di ogni giorno lasciano spazio, adesso, a forze invisibili: l’etere, il pensiero, la consapevolezza universale.

Continua a leggere

Divenire co-creatori della nuova coscienza

Nel Nuovo Mondo che ci apprestiamo a creare non possiamo più limitarci ad intraprendere il ruolo di semplici spettatori.

Il nuovo vento che si è levato da qualche tempo a questa parte e che molti di noi hanno avvertito con sempre maggiore intensità, ci sospinge a prendere parte attivamente al processo creativo della vita che scegliamo di vivere, nel mondo in cui scegliamo di abitare.

Molti avrebbero, in passato, venduto l’anima al diavolo, per accedere ad una briciola del potere divino.

Ma ora che sembra si sia aperto uno spiraglio per accedervi, ci rendiamo conto di come questo compito risulti indicibilmente complesso e gravido di responsabilità.

Continua a leggere

Lo scopo della popolazione LGBT all’alba della Nuova Era

Nell’ultimo ventennio abbiamo assistito all’arrivo di un numero crescente di uomini e donne omosessuali, bisessuali, transgender con tutto il chiacchiericcio opinionista e mediatico che ne è seguito.

Al di là delle rivendicazioni in tema di diritti civili, poco è stato fatto da parte dello stesso popolo LGBT per mettere in luce e de-cristallizzare i blocchi più profondi ed inconsci che ciascuno di noi si porta dentro di fronte a queste tematiche.

soul-gardening-loving-the-self

Continua a leggere

Femminile e maschile: un’unità necessaria

Non è detto che parlare di femminile significhi parlare di sesso biologico femminile.

Nell’ottica post dualista il femminile e il maschile non afferiscono al sesso biologico ma sono qualità energetiche, elementi naturali come l’acqua e il fuoco, da riequilibrare all’interno di una coscienza che è, per sua natura ancestrale, androgina.

Continua a leggere